Camminata in natura Palermo dall’Alto | Valle del Porco – Monte Pellegrino

natura-camminata-escursione

Una camminata in natura per ammirare Palermo dall’alto, tra i sentieri del massiccio montuoso che chiude il golfo di Palermo, definito da Goethe “Il più bel promontorio del mondo“.

Uscire dal proprio comune non si può, ma abbiamo la fortuna di abitare a Palermo che offre tante possibilità per stare all’aria aperta senza infrangere le regole.

Appuntamento Sabato 14/21/28 Novembre 2020 dalle ore 09,30 presso Casa Natura (ex Scuderie Reali) a Palermo.

La partecipazione è a numero chiuso per un massimo di n.6 partecipanti, al fine di garantire e poter rispettare le regole di distanziamento e assembramento.

Il percorso si svolge all’interno della Riserva Naturale, attraverso il sentiero della Valle del Porco, una delle tre più antiche vie di accesso alla vetta del monte, per circa 10 km, che attraversa vari ecosistemi di vegetazione: pinete, macchia mediterranea, boschi di querce, canyon, gorghi naturali e aree rocciose.

Passeggiare e ascoltare storie sulla natura che incontreremo e sui luoghi che attraverseremo. Un angolo di natura e di pace dentro la città.

Prenotazione obbligatoria 

Escursione naturalistica al Bosco del Pantano

Il bosco

I meravigliosi colori autunnali in una escursione al Bosco del Pantano nel Parco dei Nebrodi.

Il bosco è un querceto misto termofilo che in alto lambisce il bosco mesofilo, cioè la fascia vegetazionale che tollera solo poche settimane di aridità e che qui è occupata dalla faggeta.

L’escursione è dedicata ai colori autunnali del bosco. Interessante il significato in siciliano del verbo “trippiari” (da cui deriva il nome del monte Trippaturi), significa letteralmente saltellare, ma è usato spesso come espressione di gioia e tripudio.

“Iri a lu tripp(i)aturi” è, in siciliano, andare in compagnia in un luogo per divertirsi. In un certo senso sembra fare quasi al caso nostro. “u trippaturi”, toponimo, è per i siculi anche il prato in cui saltellano (felici) i conigli.

Appuntamento Domenica 31 Ottobre 2020 dalle ore 07,45.

Sono previsti diversi punti di partenza per l’escursione al Bosco del Pantano, che vi verranno comunicati in fase di prenotazione.

Scheda tecnica:
Punto di Partenza: Case Giardinello m 833; Lunghezza del percorso: km 8 circa; Dislivello: m 650; Percorso: sterrata, sentiero, terreno naturale; Tempo di percorrenza: 4 ore circa; Difficoltà: media (2-3 omini).

Equipaggiamento: abbigliamento sportivo e scarponi alti alla caviglia, zaino con pranzo a sacco e acqua, indumenti caldi di scorta per eventuale freddo, mantella o giacca impermeabile, berretto, lampada frontale, bicchiere rigido.

Escursione naturalistica “Ma che tubo è ?” 2.1

Escursione naturalistica "Ma che tubo è ?" 2.0

“Ma… il tubo bianco che scende dalla montagna sopra Bonagia (per i più pignoli “Balzo del Cavallo”), che cos’è? Da dove viene? Dove va?” 

Accompagnati dalla guida naturalistica Marco Giordano, i più curiosi daranno delle risposte a queste domande con una escursione naturalistica nelle montagne di Villagrazia di Carini.

Appuntamento Sabato 31 Ottobre 2020 alle ore 8:00 presso il Bar Settebello, accanto a GR Rubino, in Viale Regione Sud-Est.

Attraverso la strada forestale che calca l’antico percorso della “Scala di Masello”, in località Villagrazia di Palermo, tra rimboschimenti a conifere ed elementi relitti della Macchia Mediterranea, si arriva in cima alla suddetta montagna, che offre una delle vedute più belle e singolari sull’intero golfo di Palermo.

Da qui si percorre le “Serre Chiarandà” per poi scendere di quota, attraversando praterie di “Disa”, fino alla “Valle del Dammuso” e “Portella Salvatore”.

Attraversando quindi vecchie trazzere ancora in uso tra i pastori della zona, fino a giungere su “Pizzo Orecchiuta”, a 663 metri di quota, si può ammirare il panorama, che spazia dal sottostante abitato di Villagrazia, fino a Monreale e oltre.

Per chi vuole possibilità di partecipare ad una degustazione/pranzo di prodotti caseari tipici del territorio nella vicina Azienda Agricola Balzo Rosso.

Prenotazione obbligatoria!

– 14 euro per gli adulti (6 euro l’escursione + 8 euro la degustazione)
– 12 euro per ragazzi dai 14 ai 18 anni e per studenti universitari (4 euro l’escursione + 8 euro la degustazione).

– 8 euro per gli adulti (solo escursione)
– 5 euro per ragazzi dai 10 ai 18 anni e per studenti universitari

Il numero massimo di partecipanti all’escursione è di 20 persone, in modo tale da contenere al minimo il disturbo della quiete, e favorire una migliore esperienza. Le prenotazioni si chiuderanno al raggiungimento del tetto massimo di partecipanti stabilito.

Durante l’escursione saranno rispettate tutte le Linee Guida Emergenza Covid-19.

Escursione a Ficuzza | Le meraviglie del vallone Arcera

bosco-ficuzza

Una bellissima ed interessante giornata all’insegna del bosco e della natura, all’interno della magnifica Riserva Naturale Orientata di Bosco della Ficuzza, Bosco del Cappelliere e Gorgo del Drago nella sua porzione più settentrionale.

Appuntamento Sabato 24 Ottobre 2020 alle ore 09,45 per escursione naturalistica al bosco della Ficuzza.

Lasciate le auto si percorre un breve tratto in salita su stradella sterrata. Dopo poco è più di un km si imbocca un sentiero che arriva al cosiddetto margiazzo, area umida di rilevante valore naturalistico.

Dopo una breve sosta si prosegue fino ad un piccolo castagneto ai cui piedi sarà forse già possibile trovare qualche riccio con castagna. 

Si attraversa una strada con una splendida veduta sul bosco del Cappelliere e si imbocca infine un vallone sulle rive del quale, grazie a particolari condizioni di umidità, crescono rare felci su un manto di soffice muschio.

Per ragioni organizzative il gruppo sarà composto da un numero limitato di partecipanti.

Prenotazione obbligatoria!

Tutti i dettagli sull’escursione saranno forniti in fase di prenotazione.

Passeggiata d’autunno in castagneto | Ficuzza

Passeggiata d'autunno in castagneto | Ficuzza

Una passeggiata d’autunno immersi nel Bosco di Ficuzza che conserva alcuni castegneti, uno di quali si sviluppa alle falde NE di Cozzo San Leopoldo presso il Vallone Arcera.

Aria fresca e frizzante, contatto con la natura e i meravigliosi alberi del bosco assaporando l’autunno siciliano.

Appuntamento Sabato 17 Ottobre 2020 alle ore 08,15 in Piazzale John Lennon a Palermo.

Arrivati in loco si lasceranno le auto per proseguire a piedi dalla SS 113 per “Val dei Conti”, Cozzo di San Leopoldo e “Castagnera”.

Proseguimento fino al piano Rineddi oltre il Vallone Arcera, per la sosta pranzo. Rientro a palermo nel primo pomeriggio.

Equipaggiamento: abbigliamento e scarpe sportive, zainetto con pranzo a sacco e acqua, indumenti caldi di scorta per eventuale freddo, mantella o giacca impermeabile, berretto.

Quota di partecipazione: € 8 (gratuito per minori di anni diciotto).
Contributo spese di trasporto per chi fruisce di passaggio altrui: € 3.

Il Sentiero dei Carbonai e gli agrifogli giganti delle Madonie

Il Sentiero dei Carbonai e gli agrifogli giganti delle Madonie
Come indossare la mascherina

Escursione naturalistica all’interno del bosco di agrifogli giganti di Piano Pomo percorrendo il sentiero che fu dei carbonai, per secoli custodi di questo bosco madonita.

Imboccando  il “sentiero dei carbonai” che attraversa un fitto bosco di Lecci, dove svettano dei monumentali esemplari di Roverella, si giunge a Piano Sempria, sede del rifugio Crispi gestito dal Club Alpino Siciliano.

Proseguendo lungo il “sentiero natura”, si incontrano agli agrifogli giganti per giungere alla croce di vetta di Cozzo Luminario.

La fitta vegetazione ed il portamento di questi monumenti della natura fanno sì che filtri pochissima luce all’interno della volta creata dalla vegetazione e che ci si senta completamente trasportati dagli stimoli sensoriali che questa “foresta fossile” offre.

Appuntamento Domenica 18 Ottobre 2020 alle ore 08,30 presso Villabate Piazzale antistante Bar Santa Rosalia.

Lunghezza percorso: 9 km (circa)
Tempo di cammino: 4 h circa totali (soste escluse).
Tipo di percorso: in parte ad anello (salita e discesa per diversa via) ed in parte a bastone, prevalentemente sentiero, brevi tratti su stradella sterrata.
Altitudine massima: 1512 m s.l.m.
Quota di partenza: 850 m s.l.m.
Difficoltà: Escursionistica (E).

Prenotazione obbligatoria!

Per ragioni organizzative il gruppo sarà composto da un numero limitato di partecipanti.

Selezionando il pulsante Iscriviti, autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali, ai sensi del D.lgs.196 del 30 giugno 2003.

Archeotrekking e degustazione a Rocca d’Entella

trekking
Come indossare la mascherina

La Riserva Naturale Integrale Grotta di Entella ricade nel territorio comunale di Contessa Entellina (provincia di Palermo), poco distante dai confini dei comuni di Poggioreale e Monreale, e delle province di Palermo e Trapani.

Nei pressi della Rocca d’Entella, la presenza dell’importante sito archeologico di Entella, le rilevanze geologiche e naturalistiche che caratterizzano il territorio, nonché la vicinanza dell’abitato di Contessa Entellina (le cui origini affondano radici nell’antica cultura albanese) fanno di quest’area geografica, contestualmente all’istituzione della riserva, il motore di un’azione di rilancio e sviluppo dell’intero territorio.

L’escursione naturalistica prevede la visita della Rocca d’Entella con una guida AIGAE e un archeologo per scoprire l’insediamento indigeno ellenizzato situato sulla Rocca di Entella, con una lunghissima occupazione fino all’epoca medievale.

Appuntamento Domenica 29 Novembre 2020 alle ore 10 presso il caseificio Feudo Pollichino, Borgo Roccella – Contessa Entellina.

Al termine della visita naturalistica, degustazione presso il caseificio, che comprenderà una scelta di formaggi d.o.p. con confettura o frutti, pane e vino.

Prenotazione obbligatoria!

Visita guidata al Castello dell’Emiro

Visita guidata al Castello dell'Emiro e tramonto

Un’escursione a pochi passi dalla città di Palermo, Montagna Grande, uno dei monti che abbracciano la Conca d’Oro, per godere del panorama mozzafiato con vista sul meraviglioso golfo del capoluogo siciliano.

Appuntamento Domenica 13 Settembre 2020 alle ore 16,30 in Piazzale vittime di Nassiriya, Misilmeri.

Dal luogo di appuntamento, ci si sposta in auto verso il Castello dell’Emiro, dove l’associazione Sicilia Antica vi guiderà alla scoperta del castello e della sua storia, godendo di una vista unica sull’intera valle del fiume Eleuterio.

Dopo la visita ci si sposta in auto verso il punto da cui inizia l’escursione (Complesso Boscato di Montagna Grande) situato a circa 500 m s.l.m.

L’itinerario inizierà con una ripida salita su una stradella per quasi 2 Km fino a raggiungere la base della cima di Montagna Grande.

Seguirà il percorso ad anello tra stradelle e sentieri ammirando il meraviglioso panorama circostante.

Lunghezza percorso: 6 km
Dislivello: positivo circa 250 m s.l.m.
Durata escursione: 4 h circa (soste incluse).
Tipo di percorso: in parte ad anello e in parte a bastone.
Quota di partenza: 340 m s.l.m. Altitudine massima: 590 m s.l.m
Difficoltà: Medio-facile

Per info e prenotazioni contattare
Emanuele Sucato (cell. 3286729984)
Filippo Scafidi (cell. 3278125923)

Escursione alla Sorgente dell’Oreto

trekking

A pochi kilometri da Palermo si trova Fontana Lupo, la dimora del Fiume Oreto.

Un posto inaspettato per la sua bellezza selvaggia, suggestiva, in una gola tra rocce.

Si osserveranno, tra le tante bellezze, la pianta Carex panormitana, rarissima pianta acquatica.
L’obiettivo di questa escursione è evidenziare la grande differenza, a distanza di pochi chilometri, della natura inforno al fiume cittadino e come sia possibile un futuro per l’Oreto e inevitabilmente per la nostra città. 

Appuntamento Domenica 11 Ottobre 2020 alle ore 10 per la visita guidata a Fontana Lupo, Monreale.

L’escursione naturalistica, accompagnati da Davide Bonaviri (WWF) prevede un livello di difficoltà E e la sua durata sarà di circa 3 ore.

Costo € 20 (bimbi fino a 10 anni €10). Prenotazione obbligatoria!

Maggiori dettagli in fase di prenotazione direttamente dall’organizzatore.

Pin It on Pinterest