I marchi più potenti al mondo: perché prorpio Apple è sul podio?

I marchi più potenti al mondo: perché prorpio Apple è sul podio?
Apple

Per undici anni consecutivi, Apple ha dimostrato di essere il leader indiscusso nel mondo dei brand, conquistando il primo posto nella classifica “Best global brands 2023” di Interbrand. Questo risultato è frutto di un’impressionante continua innovazione tecnologica, della sua abilità di influenzare le scelte dei consumatori e di una posizione strategica di grande rilevanza. Apple guida una classifica che conta la presenza di altri colossi del settore come Microsoft, Amazon, Google e Samsung, confermando così la straordinaria predominanza dell’industria tecnologica nell’economia mondiale.

Seguendo da vicino Apple nella classifica dei primi dieci troviamo marchi di grande prestigio come Microsoft, Amazon, Google, Samsung, Toyota, Mercedes-Benz, Coca-cola, Nike e Bmw. Recentemente, quest’ultima azienda ha guadagnato una posizione tra i primi dieci, spodestando Disney. Questi cambiamenti evidenziano le dinamiche competitive e l’incessante evoluzione del panorama globale dei brand.

Tra le aziende che hanno lasciato la lista dei primi cento marchi troviamo Mini e Land Rover, sostituite da Oracle e Nespresso. L’Italia si fa notare con la presenza di tre suoi rappresentanti: Gucci, Ferrari e Prada. In particolare, Ferrari e Prada hanno brillato come “top performer” grazie a una notevole crescita annuale. Airbnb si conferma leader in questa categoria, sottolineando la sua rapida ascesa e l’importanza dell’economia condivisa nel mercato attuale.

Il valore totale dei marchi, che nel 2023 ammonta a 3.300 miliardi di dollari, segna un incremento rispetto ai 3.100 miliardi del 2022. Tuttavia, la crescita complessiva è meno marcata rispetto all’anno precedente, un fenomeno che Lidi Grimaldi di Interbrand Milano attribuisce all’incertezza globale. Quest’ultima ha spinto molti brand a concentrarsi sulla conservazione dei livelli di successo già raggiunti.

Nonostante questo generale rallentamento, alcuni marchi hanno registrato una crescita più accentuata. Sono stati gli esempi di alcune leadership aziendali in grado di valorizzare valori come l’etica e la sostenibilità, aspetti diventati fondamentali per conquistare la fiducia dei consumatori in un mercato sempre più sensibile alle tematiche ambientali e sociali.

Il settore tecnologico continua a giocare un ruolo fondamentale nella classifica, rappresentando quasi il 50% del valore totale dei marchi. Undici colossi, tra cui Apple, Microsoft, Amazon, Google e Samsung, non solo influenzano il mercato, ma determinano anche il panorama geopolitico mondiale.

Sorprendentemente, anche il settore automobilistico mostra segni di crescita, con marchi come Bmw che si sono guadagnati un posto tra i primi dieci. Ciò indica una trasformazione in atto nel mercato delle automobili, che si sta sempre più orientando verso l’innovazione e la sostenibilità.

Guardando al futuro, Interbrand prevede che marchi emergenti come TikTok, PlayStation e Nvidia potrebbero diventare attori importanti nel 2024. Queste previsioni riflettono l’importanza crescente delle nuove tecnologie e dell’innovazione in un mercato globalizzato e in costante mutamento.