Home Gli Eventi “Bruch & Brahms” | Concerto in streaming
Teatro Politeama Garibaldi

“Bruch & Brahms” | Concerto in streaming

Dal Teatro Politeama Garibaldi di Palermo, il concerto in streaming, “Bruch & Brahms” .

Ryan McAdams direttore – Gennaro Cardaropoli violino.

Appuntamento Venerdì 19 Marzo 2021 alle ore 21,00 online.

Per guardare il concerto in streaming, collegati alla pagina web Orchestra Sinfonica Siciliana.

Max Bruch e Johannes Brahms

Concerto n. 1 in sol minore per violino e orchestra op. 26
Max Bruch
Dei sei concerti per violino scritti da Bruch sono conosciuti ancora oggi solo tre oltre alla Fantasia scozzese; il Concerto n. 1 è uno dei più famosi del XIX sec. oltre ad essere il primo grande lavoro orchestrale pubblicato da Bruch.

Sebbene steso nella tradizionale struttura Veloce-Lento-Veloce, il Concerto presenta i tre movimenti, tutti in forma-sonata e legati senza soluzione di continuità.

Nel primo movimento, Allegro moderato, compare il sottotiolo Vorspiel (preludio) a testimonianza della vecchia intenzione di Bruch di chiamare questo lavoro Fantasia.

L’ingresso del solista con una melodia che si costruisce a poco a poco, è preparato da un tranquillo rullo dei timpani e da alcune frasi dei legni.

Dopo che l’orchestra acquista il pieno controllo sul motivo dei legni, il violino espone un tema appassionato su un tremolo degli archi e su minacciosi interventi dei timpani. Molto più cantabile è il secondo tema che, esposto nel registro grave del violino, sale verso zone più acute in corrispondenza di un serie di trilli.

Lo sviluppo, aperto dal primo tema, si snoda in una sezione tempestosa affidata all’orchestra, mentre il solista si mantiene calmo fino a quando non si produce in una breve cadenza. Una breve ripresa conduce alla coda che prepara il secondo movimento.

Il secondo movimento, Adagio, formalmente è un’aria per violino solista la cui scrittura si fa sempre più intricata fino a quando non raggiunge una forma meno chiaramente definita, ma più focosa nel secondo tema che culmina in tre pesanti sospiri prima per l’orchestra e poi per il solista.

Nel terzo movimento, Allegro energetico, la musica prende le forme di una danza gioiosa in stile ungherese che può essere considerata un omaggio sia a Joachim, di nazionalità ungherese, sia al Finale del Concerto per violino di Brahms scritto seguendo i consigli di Joachim.

Al tema della danza subentrano una sezione virtuosistica affidata al solista e, poi, una melodia romantica che raggiunge il climax quasi alla fine dell’esposizione. Il tema della danza ungherese ritorna nel concitato e brillante Finale.

Serenata n. 1 op. 11 
Johannes Brahms

La Serenata n. 1 op. 11 fu concepita inizialmente come ottetto per archi e strumentata in seguito per orchestra da camera.

L’opera fu eseguita per la prima volta il 28 marzo 1859 in un concerto nella sala Wormer di Amburgo con Joachim nelle vesti di violinista e direttore; la prima esecuzione fu subito un successo destinato a ripetersi nel corso degli anni riscuotendo anche giudizi favorevoli dalla critica. Il compositore Giacomo Manzoni scrisse:

“La prima Serenata è un capolavoro di freschezza e la sua ricchezza in fatto di inventiva melodica non è certo da meno di quella della migliore produzione cameristica brahmsiana […] Nonostante duri tre quarti d’ora, si direbbe che essa sia trascorsa via in pochi minuti, tanto è avvincente e gradevole il flusso spontaneo delle sue mirabili melodie”.

Composizione amabile e cantabile, la Serenata presenta una raffinatissima scrittura contrappuntistica di cui un esempio è il famosissimo primo movimento, Allegro molto, in forma-sonata, che si segnala per le sonorità di carattere pastorale dei corni e dei clarinetti.

Una scrittura ansiosa e irrequieta presenta lo Scherzo che si placa nel sereno Trio affidato ai fiati, mentre l’Adagio è una pagina meditativa, lirica e commovente al tempo stesso, che presenta una raffinata orchestrazione con archi gravi che accompagnano clarinetti e flauti.

L’influenza mozartiana è presente nei due Minuetti caratterizzati da una grazia viennese, mentre lo Scherzo  ha una scrittura robusta giudicata poco originale dalla critica. Un ritmo di danza contraddistingue il Rondò finale che presenta un tema famosissimo.

The event is finished.

Data

19 Mar 2021
Expired!

Ora

21:00 - 22:00

Costo

Gratuito

Luogo

Evento OnLine
Online

Organizzatore

Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana
Banner Marcella Oliveri Psicologa

Iscriviti alla nostra Newsletter

Selezionando il pulsante Iscriviti, autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali, ai sensi del D.lgs.196 del 30 giugno 2003.

Pin It on Pinterest